Sainte Marguerite Marie Alacoque-RELICS

Santa Margherita Maria Alacoque

Santa Margherita Maria Alacoque, nata il 22 luglio 1647 a Janots nella diocesi di Autun in Francia, e morta il 17 ottobre 1690 a Paray-le-Monial, è una figura emblematica del cattolicesimo, particolarmente famosa per la sua promozione della devozione al Sacro Cuore di Gesù.

Giovani e vocazione:

La giovinezza di Marguerite Marie Alacoque fu permeata di una profonda spiritualità e segnata da esperienze mistiche che orientarono la sua vocazione religiosa.

Proveniente da una famiglia umile ma profondamente pia, Margherita nacque il 22 luglio 1647 a Janots, nella diocesi di Autun in Francia. Fin da piccola manifestò segni di intensa devozione alla Vergine Maria e sviluppò un forte attaccamento alla fede cattolica. La sua famiglia, permeata di questa pietà, contribuì certamente a coltivare il suo precoce risveglio spirituale.

Tuttavia, ciò che veramente caratterizzò la sua giovinezza furono le esperienze mistiche che visse. Marguerite affermò di avere visioni ed esperienze mistiche fin dalla tenera età, manifestazioni spirituali che la immergevano in una profonda comunione con Dio. Queste esperienze mistiche, sebbene spesso sconcertanti per lei e per coloro che la circondavano, rafforzarono il suo desiderio di consacrare la sua vita a Dio.

All'età di 24 anni, Margherita risponde a questa chiamata interiore ed entra nelle Visitandine, un ordine religioso fondato da San Francesco di Sales e Santa Giovanna di Chantal. Le Visitandine erano note per il loro carisma di dolcezza e umiltà, che si adattava perfettamente all'animo sensibile e devoto di Margherita. Varcò con determinazione la soglia del monastero, pronunciando i voti perpetui nel 1672, impegnandosi così in una vita di preghiera, castità e servizio.

Il suo ingresso nelle Visitandine segnò per Margherita l'inizio di un periodo di intensa formazione spirituale. Si dedicò allo studio delle Scritture, alla preghiera e alla contemplazione, approfondendo così il suo personale rapporto con Dio e preparandosi alla missione che l'attendeva: quella di diffondere la devozione al Sacro Cuore di Gesù, missione che avrebbe trasformato la sua vita. e influenzeranno la spiritualità cristiana nei secoli a venire.

.

Santa Margherita Maria Alacoque

Le Rivelazioni del Sacro Cuore:

Le rivelazioni del Sacro Cuore a Santa Margherita Maria Alacoque sono al centro della sua esperienza mistica e della sua missione spirituale. Queste rivelazioni, avvenute tra il 1673 e il 1675 nel convento di Paray-le-Monial, furono per Margherita momenti di grazia e di intensa comunione con Cristo.

Secondo i racconti di Margherita, durante queste visioni, fu trasportata in una profonda contemplazione del mistero del Sacro Cuore di Gesù. In questi momenti di grazia, ella affermò di essere stata visitata da Cristo stesso, che le rivelò la profondità del suo amore per l'umanità attraverso il suo sacro Cuore. Cristo avrebbe poi mostrato a Margherita il suo cuore infuocato d'amore, simbolo del suo amore divino e della sua infinita misericordia verso gli uomini.

Durante queste rivelazioni, Cristo avrebbe affidato a Margherita una missione particolare: quella di diffondere la devozione al suo Sacro Cuore e di riparare le offese commesse contro di lui dall'ingratitudine degli uomini. Si dice che le abbia chiesto di promuovere una festa liturgica in suo onore, affinché i fedeli potessero celebrare e onorare in modo specifico il suo amore divino. Questa festa, conosciuta oggi come Festa del Sacro Cuore, si celebra il venerdì successivo alla Festa del Corpo e del Sangue di Cristo, cioè il terzo venerdì dopo la Pentecoste.

Marguerite Marie insisteva anche sulla necessità della comunione riparatrice il primo venerdì del mese, pratica che sarebbe diventata centrale nella devozione al Sacro Cuore. Questa comunione è stata vista come un atto di riparazione per i peccati commessi contro il Sacro Cuore di Gesù, un'opportunità per i fedeli di avvicinarsi a Dio e rinnovare il loro impegno nei suoi confronti.

Pertanto, le rivelazioni del Sacro Cuore a santa Margherita Maria Alacoque non furono solo profonde esperienze mistiche, ma anche il punto di partenza di una devozione che influenzerà in modo significativo la spiritualità cristiana, con la sua enfasi sull'amore misericordioso verso Dio e sulla necessità di riparazione peccati attraverso la preghiera e la devozione.

RELIQUARIO-RELIC-DI-SAINTE-MARGUERITE-MARIE-ALACOQUE

Reliquiario-reliquia-di-santa-marguerite-marie-alacoque su Relics.es

Opposizione e riconoscimento:

Quando Marguerite Marie Alacoque cominciò a propagare la devozione al Sacro Cuore, incontrò notevole opposizione, anche all'interno del suo stesso ordine religioso. Alcuni membri delle Visitandine dubitavano della veridicità delle sue esperienze mistiche e mettevano in dubbio la legittimità della sua missione. Marguerite Marie dovette affrontare critiche e incomprensioni, ma rimase ferma nella convinzione che le sue visioni fossero autentiche e emanassero da una fonte divina.

Tuttavia, Marguerite Marie beneficia del prezioso sostegno del suo direttore spirituale, padre Claude de la Colombière. Quest'ultimo, gesuita riconosciuto per la sua profonda spiritualità e discernimento, credette nella sincerità di Margherita e la sostenne nella sua missione. Il suo sostegno spirituale è stato fondamentale per Marguerite Marie, fornendole sostegno morale e guida nei momenti di dubbio e difficoltà.

Nonostante le resistenze interne, la devozione al Sacro Cuore cominciò gradualmente a diffondersi, spinta dal fervore e dalla convinzione di Marguerite Marie nonché dal crescente appoggio di numerosi fedeli e membri del clero che riconoscevano la profondità spirituale dei suoi insegnamenti.

Un momento decisivo nel riconoscimento della devozione al Sacro Cuore fu l'anno 1688, quando il re Luigi XIV di Francia, soprannominato il Re Sole, venne a conoscenza delle rivelazioni di Marguerite Marie. Toccato dalla grazia divina e convinto della verità della devozione, Luigi XIV fece una pubblica confessione dei suoi peccati, segnando così un significativo sostegno reale a questa pratica spirituale emergente. Il riconoscimento reale concesso alla devozione al Sacro Cuore conferì una significativa legittimità all'opera di Marguerite Marie e contribuì alla sua diffusione nella società francese dell'epoca.

Con il passare del tempo i dubbi e le opposizioni iniziali furono gradualmente superati e la devozione al Sacro Cuore si diffuse sempre più, non solo in Francia, ma in tutto il mondo. La Chiesa cattolica ha riconosciuto ufficialmente la legittimità della devozione al Sacro Cuore, confermando così la missione di Marguerite Marie Alacoque e il suo eccezionale contributo alla spiritualità cristiana.

Patrimonio e Canonizzazione:

Quando morì, all'età di 43 anni, santa Margherita Maria Alacoque lasciò un'eredità spirituale di notevole profondità. La sua fervente devozione al Sacro Cuore di Gesù, nutrita dalle sue esperienze mistiche e dal suo impegno religioso, continuò a irradiarsi ben oltre la sua vita terrena.

Subito dopo la sua morte, gli scritti di Marguerite Marie cominciarono ad essere diffusi e studiati, contribuendo così alla rapida diffusione della devozione al Sacro Cuore. I suoi insegnamenti, comprese le sue lettere e scritti spirituali, furono raccolti e pubblicati, permettendo a un pubblico più ampio di scoprire e comprendere la profondità del suo rapporto con Cristo e l'importanza della devozione al Sacro Cuore nella sua vita spirituale.

Anche i discepoli di Marguerite Marie ebbero un ruolo essenziale nella diffusione della sua devozione. Viaggiarono in tutta la Francia e oltre, condividendo con zelo il suo messaggio e i suoi insegnamenti, contribuendo così a diffondere la devozione al Sacro Cuore in molte parti del mondo.

L'eredità spirituale di Marguerite Marie fu ufficialmente riconosciuta dalla Chiesa cattolica diversi secoli dopo la sua morte. Nel 1864 papa Leone XIII la beatificò, riconoscendo il suo status di beata e la sua importanza per la spiritualità cristiana. Poi, nel 1920, papa Benedetto XV la canonizzò, dichiarandola santa della Chiesa cattolica. Questa canonizzazione ufficiale confermò l'autenticità della sua santità e della sua testimonianza di fede.

Oggi Santa Margherita Maria Alacoque è venerata come una delle grandi mistiche del cattolicesimo e figura emblematica della devozione al Sacro Cuore. La sua vita e il suo insegnamento continuano a ispirare molti fedeli in tutto il mondo, invitandoli ad approfondire il loro rapporto con Gesù Cristo e a rispondere al suo amore misericordioso con un cuore grato e amorevole. Il suo esempio di fede, umiltà e devozione rimane fonte di ispirazione e conforto per tutti coloro che cercano di vivere un'autentica vita cristiana.

Santa Margherita Maria Alacoque incarna la profondità della devozione cristiana e la forza dell'esperienza mistica nella vita dei credenti. La sua testimonianza ci ricorda l'importanza dell'amore misericordioso di Dio e la necessità di rispondere a quell'amore con una vita di preghiera, riparazione e servizio agli altri. Diffondendo la devozione al Sacro Cuore, lasciò un'eredità spirituale duratura che continua ad arricchire la fede di tanti fedeli nel corso dei secoli.

Le reliquie di Santa Margherita Maria Alacoque

Le reliquie di Santa Margherita Maria Alacoque sono conservate nella Cappella della Visitazione a Paray-le-Monial, in Borgogna, in Francia, dove ella visse gran parte della sua vita religiosa. La cappella, costruita nel 1720, ospita un reliquiario d'argento contenente i resti del santo, trasferiti dalla cripta della chiesa di Paray-le-Monial nel 1864.

Il reliquiario è di forma ovale e misura circa 50 centimetri di altezza. È decorato con ornamenti in argento cesellato, comprese le raffigurazioni del Sacro Cuore di Gesù e della Vergine Maria. Il reliquiario contiene gran parte delle ossa di Santa Margherita Maria, nonché una reliquia dell'abito da lei indossato quando entrò nell'Ordine della Visitazione di Santa Maria.

La Cappella della Visitazione è un luogo di pellegrinaggio per i fedeli che vengono per onorare la santa e pregare per la sua intercessione. Ogni anno migliaia di pellegrini visitano la cappella per venerare le reliquie di Santa Margherita Maria e partecipare ai festeggiamenti della sua festa, che si svolge il 16 ottobre.

Le reliquie di Santa Margherita Maria sono venerate anche in altri luoghi, in particolare nella Basilica del Sacro Cuore di Montmartre a Parigi. Questa basilica, costruita alla fine del XIX secolo per celebrare la devozione al Sacro Cuore di Gesù, custodisce un reliquiario contenente una piccola porzione delle ossa del santo. I fedeli potranno venerare questa reliquia durante la visita alla basilica.

Torna al blog

1 commento

Bjr Jésus demandez d avoir l eucharistie le 1jeudi de chaque mois ? Et quoi d autre ? Je ne connais pas du tout .merci beaucoup

Borel Chantal

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.