Sainte Germaine Cousin dite Sainte Germaine de Pibrac-RELICS

Cugino di Saint Germaine detto Saint Germaine de Pibrac

Germaine nacque a Pibrac nel 1579, in una famiglia modesta il cui padre era un operaio di nome Laurent Cousin e madre, Marie Laroche. Tuttavia, Germaine soffriva di scrofola e aveva una mano atrofizzata. Sua madre morì quando lei era ancora giovane e suo padre si risposò con una donna crudele che la maltrattava e la umiliava.

 

reliquaire sainte Germaine Cousin de Pibrac

Reliquia di Saint Germaine Cugino di Pibrac su Relics.es

 

A causa di questa difficile situazione, Germaine chiese a suo padre di permetterle di tenere le pecore allo stato brado, dove potesse pregare e recitare il suo rosario. Assisteva alla messa tutti i giorni e condivideva il suo pane con i poveri.

Sfortunatamente, Germaine morì all'età di 22 anni nel 1601. Suo padre la trovò morta nella tettoia dove dormiva, lontano dalla vita familiare. Fu sepolta nella chiesa di Pibrac, ma la sua tomba fu dimenticata nel tempo.

 

sainte germaine cousin

 

I miracoli:

Germaine usava la sua conocchia come palo per pascolare le pecore. Riuscì a tenere unito il gregge senza che una sola pecora si allontanasse e senza che nessun lupo attaccasse, nonostante la loro frequente presenza nella zona. Per andare in chiesa, ha dovuto attraversare un grande ruscello. Un giorno, durante un'alluvione, i contadini la presero in giro, chiedendosi come avrebbe fatto a cavarsela. Ma le acque si aprirono davanti a lei e lei attraversò il torrente senza bagnarsi.

Un altro giorno, la sua matrigna l'ha accusata di aver rubato il pane e l'ha inseguita per picchiarla. Tuttavia, quando ha perquisito il suo grembiule, ha trovato una manciata di rose al posto del pane. Suo padre fu commosso da questo miracolo e proibì alla moglie di colpire Germaine. Le ha anche chiesto di tornare a casa, ma lei ha rifiutato.

La notte della sua morte, due monaci diretti a Pibrac videro due fanciulle vestite di bianco dirigersi verso la casa di Laurent Cousin. La mattina dopo, mentre continuavano il loro cammino, videro uscire tre fanciulle, una delle quali incoronata di fiori e affiancata dalle altre due. Questo racconto testimonia la santità di Germaine e il riconoscimento della sua devozione a Dio.

Nel 1644, il sagrestano scoprì il corpo sepolto di Germaine Cousin mentre stava scavando una fossa per il funerale. Il suo corpo era incredibilmente fresco, con i fiori che teneva ancora appena appassiti. Germaine è stata identificata dalla sua mano deformata e dalle cicatrici dei linfonodi. Fu deposta in una bara di piombo offerta da un parrocchiano guarito per intercessione della santa e lasciata in sagrestia, dimenticata per 16 anni.

Nel 1661, il vicario generale Jean Dufour venne a Pibrac e fu sorpreso di trovare la bara di Germaine nella sagrestia. Quando lo aprì, scoprì che il corpo era ancora fresco. Dopo aver scavato dove era stata trovata, ha scoperto che tutti gli altri morti erano diventati scheletri. Commosso da questo miracolo, il vicario generale chiese l'apertura del processo per la canonizzazione di Germaine nel 1700.

Dopo molti miracoli, i suoi resti furono distrutti immergendoli nella calce viva nel 1793 durante la Rivoluzione. Tuttavia, due anni dopo, nel 1795, il parroco costituzionale di Pibrac recuperò le sue spoglie in forma ossea e le seppellì nuovamente nella chiesa.

Nel 1867 Germaine fu canonizzata. A Pibrac, il 15 giugno 1901, il vescovo Germain pose la prima pietra di una nuova chiesa dedicata a Saint Germaine. Questa basilica fu consacrata il 15 giugno 1967 dal vescovo Saint-Gaudens e nel 2010 papa Benedetto XVI le concesse ufficialmente il titolo di basilica minore3.

Esiste ancora il casale Mestre Laurens, paese natale di Germaine Cousin. Si trova a circa 2 chilometri dal paese di Pibrac, nella frazione denominata le Gainé. Restaurato di recente, è visitabile.urs.

Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.