Cilice : Entre Discipline Spirituelle et Tradition Religieuse-RELICS

Cilice: tra disciplina spirituale e tradizione religiosa

Cilice: ascetismo spirituale nella tradizione religiosa

La ciglia era un indumento tessuto di pelo di capra grezzo, utilizzato dai soldati dell'esercito romano. Il termine deriva dal greco κιλίκιον, ovvero la regione della Cilicia, oggi Turchia meridionale. Dai soldati romani la palla passò agli anacoreti cristiani, che la portavano sulla pelle nuda per fare penitenza e mortificare la carne. Rimase utilizzato per i penitenti, alcuni pellegrini e come strumento di santificazione e purificazione in alcuni ordini o confraternite religiose. Indica, per estensione, una cintura uncinata o una corda nera, annodata, che si stringe intorno alla vita o alla coscia provocando un dolore intenso ma costante.

Spesso associato a pratiche ascetiche e penitenziali, il cilicio è uno strumento austero utilizzato in diverse tradizioni religiose. Costituito da una cintura ruvida o da una fascia spinosa portata attorno al corpo, il cilicio simboleggia la rinuncia ai piaceri terreni e la ricerca della purificazione spirituale. Il suo utilizzo risale a secoli fa, quando individui devoti sceglievano di provare fisicamente il disagio per espiare i propri peccati o avvicinarsi alla divinità. Tuttavia, nel tempo, questa pratica ha acceso il dibattito sulla sua effettiva efficacia e sull’impatto psicologico. Oggi il cilicio rimane un controverso simbolo di devozione e disciplina estrema.

maglietta per capelli

Antica camicia per capelli in vendita su Relics.es

Il cilicio è una cintura o indumento intimo di tessuto grezzo, originariamente realizzato con la lana delle capre della Cilicia. Il cilicio designa quindi un oggetto costituito da fibre tessili.

I cilici erano originariamente realizzati con peli grossolani di animali, come imitazione dell'indumento indossato da Giovanni Battista che era fatto con peli di cammello, o tela di sacco, che in tutta la Bibbia veniva indossata dalle persone che si pentivano. I cilici sono stati progettati per irritare la pelle; furono aggiunti altri accorgimenti per rendere i cili più scomodi, come fili sottili o rametti. Nei moderni circoli religiosi cristiani, i cili sono semplicemente qualsiasi dispositivo indossato per gli stessi scopi.

maglietta per capelli

Antica camicia per capelli in vendita su Relics.es


Esistono prove, basate sull'analisi sia degli indumenti raffigurati nell'arte che dei modelli di stampe sulla pelle, che l'uso del cilicio è antecedente alla storia scritta. Questa scoperta si riflette a Göbekli Tepe, un sito anatolico, che indica la diffusa produzione di cilicio. Ian Hodder ha sostenuto che "l'abbigliamento autolesionistico era una componente essenziale del coinvolgimento culturale-rituale di Catalhöyük.

Quando il cilicio ha la forma di una piccola camicia è detto anche haire.

Il cilicio (strumento di stoffa grezza) si porta intorno alla vita, oppure avvolto sopra il busto. Le catene possono fungere da cintura, braccialetto o attaccarsi alla coscia, ecc. Con la stessa tecnica alcune industrie di suore conservatrici fabbricano altri strumenti di penitenza. Ad esempio, le maglie del filo non formano più una catena ma una piccola croce che i seguaci della mortificazione corporea portano sulle spalle.

maglietta per capelli

Antica camicia per capelli in vendita su Relics.es

La catena è semplicemente una striscia, più o meno larga, cucita, non di tessuto, ma di metallo. È costituito da piccoli collegamenti metallici le cui estremità sono abilmente curvate per formare dei perni. Non è una forma moderna del cilicio come ho letto in un'enciclopedia online poco informata. Catene e cilicio convivono da secoli . Si tratta di due tipi distinti di oggetti penitenziali .

È stato di uso comune nei monasteri e conventi nel corso della storia fino agli anni '60, ed è stato approvato dai Papi come mezzo per seguire Cristo morto in una cruenta crocifissione e che ha dato questo consiglio: "Rinneghi se stesso, prenda ogni giorno la sua croce e seguimi." I sostenitori dicono che l'opposizione alla mortificazione è radicata nell'aver perso il "senso dell'enormità del peccato" o offesa contro Dio, e la conseguente penitenza, sia interiore che esteriore, le nozioni di "natura umana ferita" e di concupiscenza o inclinazione al peccato, e quindi la necessità di una “guerra spirituale”, uno spirito di sacrificio per amore e “fini soprannaturali”, non solo per il miglioramento fisico.


Alcuni ordini religiosi all'interno della Chiesa cattolica romana usano il cilicio come forma di "mortificazione corporea", così come alcuni laici, in particolare alcuni fedeli della Prelatura dell'Opus Dei. Secondo John Allen, scrittore cattolico americano, la sua pratica nella Chiesa cattolica è "più diffusa di quanto molti osservatori immaginino". Tommaso Becket indossava un cilicio quando fu assassinato, San Patrizio indossava un cilicio, Carlo Magno fu sepolto con un cilicio ed Enrico IV, imperatore del Sacro Romano Impero e re di Germania, ne indossò uno durante la marcia a Canoss. . Il principe Enrico il Navigatore indossava un cilicio al momento della sua morte nel 1460. Nei tempi moderni è stato utilizzato da Madre Teresa, San Padre Pio e dall'assassinato arcivescovo Óscar Romero. Anche l'autore russo Aleksandr Solzhenitsyn era noto per indossare un cilicio.

Torna al blog

2 commenti

HOLA!
Cuanto tarda el envio a Barcelona?
Gracias

Indra Martinez Zabala

Recherche un collier de cuisse de pénitence

Rosse

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.